martedì 4 dicembre 2012

Berebene 2013 Gambero Rosso


Venerdì sera presso il quartier generale del Gambero Rosso a Roma e' stata presentata l'edizione 2013 della guida Berebene che raccoglie proposte "enoiche" interessanti sotto i 10 euro. A corollario della presentazione si è tenuta anche una interessante degustazione in cui operatori specializzati e non hanno avuto l'opportunità di assaggiare una degna rappresentanza dei vini in guida. Ecco alcune  "pillole" utili per fissare il ricordo lasciato da questi vini:
  • Roero Arneis 2011 Fabrizio Battaglino - Robusta struttura per essere un bianco condita da un frutto carnoso e pieno.
  • Moscato d'asti Su Reimond 2011 Bera - Naso varietale e una rinfrescante acidità.
  • Dogliani Gombe 2011 La Fusina - Solo acciaio, naso balsamico e pepato, mantiene un tannino fresco e succoso.
  • Dolcetto d'Alba Piano delli Perdoni 2011 - Vino quadrato, potente, dal tannino elegante e ottimo potenziale evolutivo.
  • Barbera d'Asti Superiore Rocca Nivo 2010 Scrimaglio - Rustica e raffinata al tempo stesso, mostra i muscoli ma anche un setoso tannino.
  • Kerner 2011 Pravis- Mostra classe ma anche potenza e struttura. Naso sapido e delicatamente floreale.
  • Lagrein Grieser 2011 Cantina di Bolzano - Delicati e freschi sentori di frutti di bosco allietano il naso e il palato.
  • Lagrein 2011 Muri Gries - Prototipo del lagrein, speziato ma dolce, fruttato e floreale, quando lo bevi sembra di sentire tutti i profumi e i sapori altoatesini.
  • Pinot Bianco  2011 Erste+Neue - Signorile, elegante, quasi vellutato ma anche tanta tanta mineralita che da brio...
  • Valpolicella 2010 Fontana del Fongo Luciano Arduini - Bevibilita' e' la parola chiave per questo vino, sincero e schietto.
  • Lambrusco Emilia Vivante 2011 Albinea Canali - Vivace nei profumi e nel sapore, mostra anche una discreta struttura, cosa non comune nelle interpretazioni di questo vitigno.
  • Verdicchio di Matelica Vigna Belisario 2011 Belisario - Grande interpretazione del vitigno, esplode al naso con sentori agrumati e di fiori di arancio che ritornano al palato. Invecchierà alla grande.
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Cuprese 2011 Colonnara - Non ha la stessa potenza e mineralita' del precedente ma resta signorile e affilato come una lama.
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi Pievalta 2011 Pievalta - Da produzione biologica una didattica versione di verdicchio fine e delicata.
  • Rosso Conero 2010 Piantate Lunghe - Solo uve montepulciano e vigne vecchie danno grinta, mordente e una raffinata struttura a questi vino.
  • Lacrima di Morro d'Alba 2011 Podere Santa Lucia - Sentori eleganti di rosa dominano il naso, freschezza e mineralita' la bocca. Piacevole scoperta.
  • Torgiano Rosso Rubesco 2009 Lungarotti - Non lo scopro io questo vino, ma rappresenta sempre una conferma anche nella felice e rotonda espressione del millesimo.
  • Umbria Rosso 2010 Le Cimate - Ben fatto, da uve sangiovese e merlot che si sposano bene e con la giusta maturazione.
  • Graneta 2010 Pier Giorgio Falvo - Magliocco in purezza, carattere deciso nascosto da un velo di sentori gentili di rosa e ciliegia.
  • Ciro' Rosso 2011 Librandi - Colore scarico, ma tannino nobile e sentori balsamici, speziati e marini rendono questo vino degno rappresentante della terra di Calabria.
  • Barbazzale Rosso 2011 Cottanera - Zolfosa mineralita' e note di macchia mediterranea esprimono in questo vino itutta la forza di questa terra isolana.
  • Duca di Castelmonte Gibele' 2011 Carlo Pellegrino - Lo zibibbo dona note mielose, di fiori di arancia e albicocca direi quasi "orientaleggianti".

2 commenti:

paolo e manuela ha detto...

salve,complimenti per il suo blog! Lo abbiamo scoperto per caso e ci ha catturato. Abbiamo impiantato un vigneto a L’Aquila in localita’ Cese di Preturo e, costruito una cantina per la trasorfamazione delle uve: é il primo vigneto e la prima cantina d questo Comune!!!!!!! Facciamo parte del CERVIM, il nostro vigneto é sugli 800 slm : siamo vignaioli montanari ed eroici. Le nostre uve sono Pinot nero, traminer aramatico, resling enano…uve che godono delle escursioi termiche per esprimere peculiarita’ uniche. Abbiamo impiantato nel 2010 (ad un anno dal terremoto) e finalmnte tranon molto si imbottiglia, ma soprattutto si brinda! Vi aspettiamo in azienda!
Paolo e Manuela
azienda vitivinicola ed agrituristica “castelsimoni ” L’Aquila
tel 3472461700 3357663636 www.castelsimoni.it

Alessandro Castaldo ha detto...

Vi faccio i miei migliori auguri per la nuova attività e spero di riuscire a venire presto a trovarvi in azienda...